Moto è vita

1.7.2015: Conferenza e commemorazione di Angelo Vivante

on 25.06.2015

Irredentismo_adriatico1

Il Club Touristi Triestini, per commemorare i cento anni dalla morte di Angelo Vivante, figura chiave per comprendere la storia di Trieste e del Litorale Austriaco, invita soci e simpatizzanti a partecipare alla conferenza organizzata dall’Associazione culturale “Tina Modotti”, di cui si trascrive l’invito.

Il 1° luglio 2015 alle ore 18.30 presso la sede dell’Associazione culturale “Tina Modotti”, sita in via Ponziana n° 14 (Trieste) si terrà un incontro di studio sulla figura di ANGELO VIVANTE (1869 – 1915), intellettuale socialista triestino che esattamente il 1° luglio di un secolo fa si tolse la vita.

Figlio di un’importante famiglia della borghesia ebraica triestina, Angelo Vivante si avvicinò e poi aderì al Partito Socialista, probabilmente nel 1903. In seguito divenuto direttore de “Il Lavoratore” (1907 – 1909), si segnalò per una militanza integerrima e critica, animata da profonde convinzioni pacifiste e dal sogno concreto dell’amicizia tra i popoli italiani e slavi, nella specifica situazione del capoluogo del Litorale Austriaco. Nel 1912 scrisse il suo capolavoro “Irredentismo adriatico” che suscitò aspre reazioni nella classe politica e nell’opinione pubblica nazionalista. Lo scoppio della Prima guerra mondiale, cui Vivante si oppose fermamente, peggiorerà le sue condizioni di salute e contribuirà a spingerlo al suicidio.

A rievocarne le vicende saranno Anna Millo, docente di Storia contemporanea all’Università degli Studi di Bari, e Fulvio Pappucia, già insegnante nel campo dell’educazione per gli adulti. Invierà una comunicazione scritta la storica Marina Rossi. Modererà l’incontro Gianluca Paciucci.

Ingresso libero.

Un caro saluto a tutte e a tutti,

Gianluca Paciucci,

Associazione “Tina Modotti”

 

Rispondi