Moto è vita

19-20.9.2015: due giorni nel Parco Nazionale dello Sjeverni Velebit

on 15.09.2015

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ritrovo: sabato 19 settembre alle 9.00 a Basovizza / Bazovica.
Con mezzi propri entreremo in Slovenia e poi in Croazia passando per il valico di Starod/Pasjak, passeremo Rijeka/Fiume, Senj e da Sv. Juraj saliremo per la strada che porta a Krasno Polje.
Devieremo per la strada che porta al rifugio Zavižan che raggiungeremo a piedi percorrendo la Premužićeva staza (sentiero turistico di Premužić).
http://www.np-sjeverni-velebit.hr/posjeti/lokaliteti/premuzicevastaza/

Pernotteremo presso Krasno Polje, in camere private o hotel, a seconda del numero dei partecipanti.

Domenica 20 settembre ci recheremo in auto fino al rifugio Zavižan, presso il quale percorreremo a piedi la Premužićeva staza in direzione sud, e raggiungeremo il monte Gromovača (1676m), il bivacco di Rossi/Rossijeva koliba (1580m), il monte Crikvena (1641m), ed il Seravski vrh (1661m). Ritorno sullo stesso itinerario. Il percorso è lungo circa 20 km. Dislivello complessivo 500m circa.
Attenzione: durante il tragitto non ci sono fonti d’acqua.

Necessari: documento d’identità, proviande proprie, pantaloni chiari, acqua, scarpe da montagna.
La visita del Parco necessita di pagamento di biglietto d’ingresso:
http://www.np-sjeverni-velebit.hr/posjeti/info/cjenik/
Indispensabile prenotare scrivendo a : ctt.club.touristi.triestini@gmail.com

Data la lunghezza del percorso, l’escursione è consigliata solo alle persone allenate.
Valore escursione: 30 punti.

L’escursione viene organizzata anche per commemorare il 107° anniversario della nascita di Carlo Luigi Cergoly Serini (Zriny), nato a Trieste il 20 settembre 1908.
Nel 1945 diventa redattore capo del giornale “Il Nostro Avvenire”. Nell’immediato dopoguerra è socio fondatore,nonché direttore artistico e letterario, del quotidiano democratico indipendente “Il Corriere di Trieste”, strenuo sostenitore della realizzazione del Territorio Libero di Trieste sancito dal Trattato di pace del 1947.
Nel 1979 esce la sua opera più celebre: “Il complesso dell’Imperatore. Collages di fantasie e memorie di un mitteleuropeo”.

Rispondi