Moto è vita

27.7.2014: Salita al monte Nanos oppure visita della Planinska jama

on 23.07.2014

Nanos. Foto di Andrejj, da Wikimedia

Nanos. Foto di Andrejj, da Wikimedia

Ritrovo: domenica 27 luglio alle 9.35 a Basovizza / Bazovica. (Il bus 39 parte da Piazza della Stazione alle ore 9.15) .

Con il proprio mezzo entreremo in Slovenia, passeremo Razdrto e parcheggeremo a Strane (664m). Saliremo quindi a piedi per la mulattiera che passa per Divji skedenj e poi per un sentiero panoramico fino a Pleša (1262m). Presso la cima vi è il rifugio Vojkova Koča nel quale sosteremo per ristorarci.

http://www.openstreetmap.org/#map=15/45.7805/14.0704

Lunghezza percorso: 10 km; quota minima: 664m; quota massima: 1262m. Valore escursione: 12 punti.

Necessari: documento d’identità,proviande proprie. acqua.scarpe da montagna.

Planinska jama / Grotta di Planina (Foto A. Sgambati)

Planinska jama / Grotta di Planina (Foto A. Sgambati)

 

In caso di brutto tempo visiteremo la Grotta di Planina (60 km da Trieste). La visita dura 2 ore e costa 6€. La guida ci fornirà l’equipaggiamento necessario ma chi ne avesse disponibilità può portarsi propri lampade, stivali di gomma, caschetto, tuta.

http://www.openstreetmap.org/#map=15/45.8230/14.2433

Indispensabile prenotare

Dirigente: Alessandro Sgambati,

    2 Comments

  1. Ho convinto la famiglia.

    alberto Pallavicini

    26 luglio 2014

  2. La giornata non era una delle migliori: grige nuvole minacciavano abbondante pioggia. Così abbiamo dirottato subito verso la Grotta di Planina

    Un gruppo di 10 soci più due bimbi e una deliziosa cagnolina. Arrivati sul posto c’era la guida Maja Batagelj che, fatti i biglietti, consegnate le lampadine, ci ha condotto nella visita. Siamo discesi verso la grotta ….che spettacolo!……bellissima entrata, incantevole acqua limpidissima, addentrandoci sempre di più all’interno, lo scorrere impetuoso delle acque sotterranee del Pivka e del Rak che unendosi nell’ipogeo formano la Unica…..il buio…(potevano mettere almeno un minimo di illuminazione) i ponti ed i sentieri costruiti durante l’occupazione italiana…Vale proprio la pena di visitarla!

    Usciti dalla grotta abbiamo visto l’imponente torre medioevale detta Ravbarjev stolp…bella !!!

    Visto che ancora non pioveva, abbiamo lasciato le automobili presso le rovine del castello di Haasberg ed abbiamo continuato a piedi dando un’occhiata alla

    Škratova jama (Grotta del folletto, sorgente intermittente) e poi, per la strada bianca che costeggia il vecchio confine di Rapallo tra Regno d’Italia e Regno di Jugoslavija (di cui ancora restano i cippi), fino alle sorgenti di Malni, presso le quali, su una rovina a 5 metri d’altezza c’è la targa che indica il livello raggiunto dalle acque durante l’alluvione del febbraio 2014.

    Abbiamo quindi passeggiato per Gornja Planina e poi raggiunto le automobili tra innumerevoli scatti di fotografie che invieremo al concorso su Flora e paesaggi del Litorale Austriaco.

    Dopo una breve pausa tra gocce di pioggia ci siamo diretti per una breve passeggiata ….verso il lago di Cerknica per ammirare quell’ambiente lacustre dove nidificano anche le cicogne.

    Qui abbiamo preso un sentiero che portava un po’ all’interno attraverso il bosco, verso il monte Javornik, ma siamo stati assaliti da nuvoli di zanzare fameliche! Quindi abbiamo pensato che forse era più proficuo andare a mangiare in qualche locale….

    Il prof. Pallavicini ci ha trovato un bel posto casalingo in un agriturismo a Dolenje jezero (Kmetija Levar) che ci ha servito cibo ottimo e abbondante ed entra quindi nell’elenco dei locali consigliati dal CTT.

    La pioggia non si è fatta vedere ,anzi è uscito il sole quindi per concludere ci siamo fatti una passeggiata serale al lago dove siamo riusciti a vedere anche qualche ranetta sotto le planate delle rondini.

    Soddisfatti per la bellissima e interessantissima gita ci siamo diretti verso le rispettive macchine salutandoci a vicenda, felici per l’esperienza appena vissuta .

    “Kod dan se ni prikazalo nič kaj čudovitega,oblaki so bili kar sivi in polni vode. Tako smo odločili takoj do JAME PLANINA. Ena skupina 10 odraslih, 2 čudovita otroka, in tudi 1 psiček. Prišli do prostorja kjer najdemo voditeljico MAJO BATAGLJ, pri kateri smo uredili vstopnice, dala nam je svetilke,toraj nas je spremljalona v razgled jame. Pred jamo smo imeli čudoviti razglet, tako čista voda nekaj edinega. Noter v jami pa se sliši šumenje in kako pritekajo skupaj potzemeljske vode PIVKA in del RAK katere se združijo v reko UNICA. V temi smo prehodili mostove in poti katere so zgradili v času Ialijanske okupacije. (Zal nam je bilo da se ni noter luči.) Velja pa zares da se vidi to lepoto.

    Kadar somo prišli ven iz jame smo se videli velik in čudoviti medjevalni stolp. (RAVBARJEV STOLP).

    Že ker se ni deževalo smo nadaljevali in pustili aute pred ruševinah grada HAASBERG in peš na razgled jame (SKSTOVE JAME) rečena (GROTTA DEL FOLLETTO, sorgente intermittente) nato pa po beli cesti, katera pelje po meji RAPALLO med vlado Italije in Jugoslavie (ostali so še mejni čepi). Nadaljevali smo do izvirov MALNI tam blizu na eni ruševini smo videli tudi tablico z 5m visino zadnje poplave ki je bila februarija 2014.

    Sprehajali smo se tudi po vasi GORNJA PLANINA in spet prišli do autov, med enim in drugim slikanjem, katere bomo poslali za črebanje (FLORA E PAESAGGI DEL LITORALE AUSTRIACO.)

    Po kratkem odpocitku med eno kaplico in malo dežja, smo nadaljevali do jezera CERKNICA tukaj v pravi naravi smo videli tudi kje gnezdijo štorkle. Nadaljevali smo po poti katera nas je peljala čez gozd proti hribu JAVORNIK tukaj so nas napadli oblaki komarjev, tako smo se vsi odlocili da gremo rajši v kaki lepi lokal kaj pojest.

    Nas prof. PALLAVICINI nam je svetoval kar lep prostor prav domaci na DOLENJEM JAZERU, (KMETIJO LEVAR) tukaj so nam postregli toliko domače hrane in pijače da smo jo kar pridružili v naš imenik za sporocanje lokalov od CTT.

    Koncno dežja nismo videli pokazalo se je kar lepo sonce, šli smo še na vecerni sprehod do jezera tukaj smo še videli žabice pod poletom lastovk. Navdušeni tega interesantnega in lepega izleta smo se vrnili, kjer smo se lepo poslovili za ta lepi dan.”

    Traduzione e adattamento di Silvia Sijanec

    Vanda Osiris

    12 agosto 2014

Rispondi