Moto è vita

Il fotografo triestino Mario Magajna a Palazzo Gopčević

on 1.12.2016

poster-mario-magajna

(A cura di Davorin Devetak)

E’ possibile ammirare ancora solo fino a domenica 4 dicembre 2016 dalle 10 alle 19 no stop la mostra del fotografo triestino Mario Magajna (1916-2007). Fotoreporter storico del quotidiano “Primorski dnevnik” ha per oltre mezzo secolo, dal dopoguerra fino agli anni 90, rappresentato l’occhio curioso e “artistico” dei molti eventi storici e anche piccoli della Città. Con la sua Rollei a tracolla ha colto gli aspetti politici, di cronaca, costume, etnografici, sportivi ecc. e le mille sfaccettature della vita cittadina e del circondario, non limitato solo alla comunità slovena di cui faceva parte. Quando è morto Claudio Erné l’ha definito sul Piccolo come il “fotografo che ha raccontato la Storia di Trieste”.

Degli oltre 260 mila negativi dell’archivio di Mario Magajna custodito dalla Biblioteca nazionale e degli studi slovena di Trieste (NŠK) sono stati finora pubblicati circa 50 mila. I curatori Andrej Furlan e Robi Jakomi coadiuvati dai fotografi Sergio Ferrari, Meta Krese e dall’artista Franco Vecchiet hanno fatto una selezione degli scatti più rappresentativi. Così sono in mostra 115 fotografie in bianco e nero, stampate per l’occasione e anche alcune vintage stampate dallo stesso Magajna negli anni ’50, disposte nelle tre sale del Palazzo Gopcevich, sede del Museo teatrale Schmidl.

La mostra è organizzata da varie organizzazioni slovene in collaborazione con il Comune di Trieste ed è stato realizzato anche un catalogo da Comunicarte e Editoriale stampa triestina (ZTT-EST). Info più dettagliate sulla mostra e anche alcune tra le foto più significative sono visibili sul sito dedicato della mostra www.magajna.eu.

Rispondi